Sentimentu – cunti

Dalla A allo Zammù :: alfabeto letterario
a cura di Zammù Libreria e Casa Lettrice Malicuvata
Via Saragozza 32/a – Bologna

Sentimentu – cunti
di e con Alessio di Modica – al sax Sergio Battaglia
La strada è il palcoscenico del cuntastorie. Non sono lontani i tempi in cui la sera ci si riuniva, in famiglia o con amici, sulla porta di casa seduti sui gradini o a prendere il fresco: in quei momenti si instaurava un rapporto intimo ed emozionale che spingeva a riprendere i contatti con la nostra memoria.

SENTIMENTU non è uno spettacolo vero e proprio ma un incontro che nasce dalla ricerca che Alessio Di Modica ha svolto in questi anni per la messa in scena degli spettacoli Da Faro a Faro, La Favola Industriale, Zio Ciano Dream; una ricerca che si è sviluppata nel territorio d’appartenenza con gli abitanti, protagonisti dei racconti, attraverso la memoria orale di fatti e storie popolari; il teatro d’impegno civile si fa narrazione di un territorio, di un luogo, di un angolo di mondo dove sviluppo e progresso hanno distrutto ambiente e tessuto sociale devastandoli.


La conquista dello spazio e altri racconti

Recensione di Simone Olla    

Titolo: La conquista dello spazio e altri racconti 
Autore: Ettore Malacarne
Edizioni: Eumeswil, Broni – Pavia 2008
Pagine: 185

imagesPotevano essere le dolci colline imolesi dominate da una torre o gli sterrati e le sterpaglie della piana che circonda Cagliari, poteva essere il Nord così come il Sud. Un luogo non definito – ecco il titolo del libro, La conquista dello spazio, inteso come conquista di un luogo non fisico, una specie di stato mentale a cui rifarsi – e poi un tempo vuoto, gli anni ottanta, riempiti di storie laterali che odorano di smarrimento e promesse. Non v’è, nelle trame di Ettore Malacarne, l’edonismo bignamesco in versione italiana, permanenti da copertina o feste umide d’estate; le voci che muovono i racconti sono troppo giovani, quasi protette da quella pasta socio-amicale che in provincia ancora oggi fatica ad essere inquinata. I palazzoni e la sua gente muovono alla conquista dello spazio: la provincia della provincia anni ottanta si svela nella contrapposizione fra speranza di autosufficienza e promessa televisiva di essere parte di un tutto: Londra e Vienna come punti di partenza e di arrivo immaginari, luoghi da osservare con distacco e da cui osservarsi con disincanto, metro per misurare la dimensione umana dell’esistenza. In mezzo ci sono storie di vita, animazioni di un vissuto rintracciabile, terre di confine.
La gente dei palazzoni che ho conosciuto io è la stessa che racconta Malacarne, gente costretta – come tutti – ad abitare una casa, a farsela piacere o detestarla ogni minuto; gente che lavorava tre mesi e gli altri nove li passava a timbrare un libretto rosa in uffici puzzo-lenti; gente che ha sognato Londra, magari pure Vienna, e che le ha provato tutte a riscattare col danaro la provincia della provincia dipingendola con macchine sportive o abiti firmati; gente che in un gatto ha letto l’indifferenza delle vite che lo circondavano, che si è fidata di un amico e ha fatto a botte per lui; gente che ha occupato uno stabile abbandonato conquistando un luogo, forse per cominciare tutto daccapo, per lasciarsi alle spalle un ricordo.
Tutte le voci che ho letto mi pare di averle già sentite, non saprei dire dove però, se nella prima cintura torinese o al terzo piano di via Cirenaica numero dieci.


La conquista dello spazio e altri racconti

Dalla A allo Zammù :: alfabeto letterario
a cura di Zammù Libreria e Casa Lettrice Malicuvata
 
08042007_05015 Gennaio 2009 :: h. 19.30
Ettore Malacarne, La conquista dello spazio e altri racconti, Eumeswil edizioni – introduce Simone Olla
I palazzoni e la sua gente muovono alla conquista dello spazio: la provincia della provincia anni ottanta si svela nella contrapposizione fra speranza di autosufficienza e promessa televisiva di essere parte di un tutto: Londra e Vienna come punti di partenza e di arrivo immaginari, luoghi da osservare con distacco e da cui osservarsi con disincanto, metro per misurare la dimensione umana dell’esistenza.
 
Negli spazi di Zammù, tra sculture di cartapesta, vini e formaggi, una rassegna letteraria per tutti i gusti, un vero e proprio alfabeto letterario. Otto mesi in compagnia di libri e autori, reading, installazioni video, teatro.
Dalla A allo Zammù :: alfabeto letterario
(
caledario completo>>)
Via Saragozza 32/a – Bologna

Il nuovo giorno e Les grands chemins

18 Dicembre 2008 :: h. 19.30

Andrea Caterini, Il nuovo giorno, Hacca edizioni – introduce Marcello Fois e Alcide Pierantozzi.

l_4812032cd07faab0600d4d04840c373bÈ un diario ritrovato, la più classica invenzione del romanzo nel romanzo, a fornire ad Andrea Caterini l’opportunità di narrare una storia iscrivendola in un’altra storia. Nel racconto che fa da cornice, un giovane storico dell’arte si trova a vivere una trasferta accademica. È proprio lì, nel grigiore di una qualunque camera d’albergo, che dal manoscritto fortuitamente rinvenuto esplode una vicenda di amore e morte nella quale il protagonista non può non riconoscersi.

 

ore 20.30
Cartura presenta
Les grands chemins :: mostra itinerante di sculture policrome di carta

Torna Cartura(artigiani e artisti catanesi della cartapesta) e Zammù si popola di personaggi fantastici:musicanti incartati, donne “porta-oggetto” e tanto ancora da scoprire. Durante la serata vedrete dal vivo  la magia che trasforma la carta in  scultura.
Vi aspettiamo per tuffarci tutti insieme nel mondo colorato dell’arte.

 

Negli spazi di Zammù, tra sculture di cartapesta, vini e formaggi, una rassegna letteraria per tutti i gusti, un vero e proprio alfabeto letterario. Otto mesi in compagnia di libri e autori, reading, installazioni video, teatro.
Dalla A allo Zammù :: alfabeto letterario
(
caledario completo>>)
Via Saragozza 32/a – Bologna

Eliselle, Fidanzato in affitto

Dalla A allo Zammù :: alfabeto letterario
a cura di Zammù Libreria e Casa Lettrice Malicuvata
 
l_0d0ffacc109c4b6fafe3626252cd644e11 Dicembre 2008 :: h. 19.30
Eliselle, Fidanzato in affitto – Newton&Compton – introduce Marco Nardini

Cristal è una ragazza come tante: iscritta a tempo perso a Giurisprudenza (più per volere dei genitori che suo), lavora saltuariamente come copywriter ed è devotamente fidanzata da due anni con Max, nei confronti del quale si dimostra sempre ubbidiente e sottomessa.
 
Negli spazi di Zammù, tra sculture di cartapesta, vini e formaggi, una rassegna letteraria per tutti i gusti, un vero e proprio alfabeto letterario. Otto mesi in compagnia di libri e autori, reading, installazioni video, teatro.
Dalla A allo Zammù :: alfabeto letterario
(
caledario completo>>)
Via Saragozza 32/a – Bologna

Vanni Santoni e Visionarie

l_5748fcec1a794eedb9d8a75c09af679cDoppio appuntamento Giovedì 4 Dicembre dalle 19.30 allo Zammù: Vanni Santoni e Visionarie.
 
***
 
Dalla A allo Zammù :: alfabeto letterario
a cura di Zammù Libreria e Casa Lettrice Malicuvata
Via Saragozza 32/a – Bologna
 
4 Dicembre 2008 :: h. 19.30
Vanni Santoni, Gli interessi in comune – Feltrinelli – introducono Marco Nardini e Grazia Perugini
Iacopo, il Mella, il Paride, il Dimpe, il Malpa, Sandrone. Nel ’95 hanno sedici anni. Interessi in comune? Uno, senz’altro: il consumo regolare, diligente, quasi scientifico, di tutte le sostanze… Il manifesto di una generazione che si muove con passo sgangherato sul ciglio del nulla.
 
4 Dicembre 2008 :: h. 21.00
VOGLIO ESSERE DONNA :: performance di teatro visivo-sonoro
Femminilità negata e aspetti tansgender. Voce recitante e regia di Stella Saladino, testi di Lucia Sedda, scenografie di Erica Saladino, una produzione VISIONARIE.
 
Negli spazi di Zammù, tra sculture di cartapesta, vini e formaggi, una rassegna letteraria per tutti i gusti, un vero e proprio alfabeto letterario. Otto mesi in compagnia di libri e autori, reading, installazioni video, teatro.
Dalla A allo Zammù :: alfabeto letterario
(
caledario completo>>)
Via Saragozza 32/a – Bologna

Angelo Zabaglio e Gianluca Liguori in reading

 Dalla Azammu1811 allo Zammù :: alfabeto letterario
a cura di Zammù Libreria e Casa Lettrice Malicuvata
27 Novembre 2008 :: 19.30
Angelo Zabaglio e Gianluca Liguori in reading
Leggeranno un po’ di cose loro ed estratti dalla raccolta di poesie “Credo in un solo io” e dall’antologia di racconti lavorati a mano “Lavorare stronca”, editi da Tespi.
Negli spazi di Zammù, tra sculture di cartapesta, vini e formaggi, una rassegna letteraria per tutti i gusti, un vero e proprio alfabeto letterario. Otto mesi in compagnia di libri e autori, reading, installazioni video, teatro.
Dalla A allo Zammù :: alfabeto letterario
(caledario completo>>)

Via Saragozza 32/a – Bologna

Reading da La collezionista di sogni infranti

Dalla A allo Zammù:: La collezionista di sogni infranti

20 Novembre 2008 :: 19.30
 mostrablob
Reading da La collezionista di sogni infranti (Gruppo Perdisa) – letture di Barbara Baraldi e Francesca Mazzucato
Amelia non è una ragazza come tutte le altre. E neppure Marina. Entrambe nascondono un segreto. Qualcosa che è meglio non si sappia in giro. Le ha fatte incontrare la rete, quella ragnatela di voci e volti anonimi che sono l’antidoto più ricorrente alla solitudine del mondo contemporaneo.
 
Negli spazi di Zammù, tra sculture di cartapesta, vini e formaggi, una rassegna letteraria per tutti i gusti, un vero e proprio alfabeto letterario. Otto mesi in compagnia di libri e autori, reading, installazioni video, teatro.

Dalla A allo Zammù :: alfabeto letterario
(caledario completo>>)

Via Saragozza 32/a – Bologna