Dalla A allo Zammù::Elena Marinelli, letture da La centoventotto rossa Rec.

Giovedì 4 novembre, negli spazi della Libreria Zammù in Via Saragozza 32/a, terzo appuntamento della rassegna letteraria Dalla A allo Zammù, a cura di Casa Lettrice Malicuvata. Tutte le settimane: romanzi, racconti, poesie, illustrazioni, musiche.

giovedì 4 novembre 2010 h. 21.30 :: Elena Marinelli, letture da La centoventotto rossa Rec.
Un registratore nero da trentanove e novantanove in offerta ascolta persone, baci, grida, bambini, nonni e sorrisi, macchine, vetri, lacrime e addii; arriva a Capo del Mondo e nel garage di un meccanico e sui lividi di una ragazza. Come una trottola gira e volta e gira e volta e devi solo schiacciare il tasto rosso e aspettare che il mondo si faccia assorbire. Stop. Play.
Musiche di: Cugino Lubitch e Fabrizio Chinaglia
Illustrazioni live di Kain Malcovich

Zammù Libreria
Via Saragozza 32/a – BOLOGNA
telefono: 051330303 sito
web: myspace.com/zammumalicuvata.wordpress.comwww.malicuvata.it
e-mail: zammu@tiscali.it –  malicuvata@gmail.com


Passaggi per il bosco 010 :: il programma

non volere è potere
(ri)conoscersi nell’altro da sé, nel luogo e financo nel ruolo
ipotizzare una volontà negativa e farne impero interiore

*

passaggi per il bosco010 | non volere è potere
programma


mercoledì 28 luglio 010
canone inverso – cagliari | h. 22.00
Dal bosco alla periferia: racconti, illustrazioni, musiche

letture pubbliche dal libro Racconti di periferie (Casa Lettrice Malicuvata) a cura di Gruppo Opìfice
racconti di: simone rossi, aventino loi, elena marinelli, ugo coppari, dario falconi
musiche di: cugino lubitch (xilofono, clarinetto, chitarra, ukulele) e fabrizio chinaglia (contrabbasso)
illustrazioni live di Luca Congia

giovedì 29 luglio 010
libreria mieleamaro – cagliari | h. 19.00
Fabrizio Gabrielli, Katacrash, Prospettiva editrice – Brain gnu

Tra assessorucoli e sindachetti dal pugno di ferro e gilet di paillettes, madri prone al decoupage, concupibili profe di francese ed arrembaggi all’hiphoppica arma bianca, joints e varani di Komodo custoditi in teca, innamoramenti, tradimenti, milioni di topi e vendette servite tutt’altro che fredde, tre giovanotti infottati con la doppia acca vivono la formazione deformata nel destino di una generazione degenere. Finché non arriverà il momento del fragoroso crollo. Fin quando non sarà Katacrash.
introducono: elena marinelli e grigi bolero
musiche: cugino lubitch (xilofono, clarinetto, chitarra, ukulele) e fabrizio chinaglia (contrabbasso)

canone inverso – cagliari |  h. 22.00
simone rossi, sbriciolu(na)glio

un raccolto postumo. un piccolo caso editoriale. ma anche no. dentro c’è cugino Lubitch, Angie, Gianluca, gli elefanti, le patate, i cani, Bartulò, Skip James, due ladri, Antonin Artaud, Tom Waits, Johnny Cash, una che fuma, una con due tette così, una senza due dita, i Radiohead, Bill Evans, l’aceto, la luna.
musiche: cugino lubitch (xilofono, clarinetto, chitarra, ukulele) e fabrizio chinaglia (contrabbasso)
illustrazioni live di Luca Congia

venerdì 30 luglio 010
libreria mieleamaro – cagliari | h. 19.00
Mobilità del luogo. Solo due libri a confronto

Ugo Coppari, Limbo mobile, Morlacchi editore
Siamo morti bambini e, cosa ancora più angosciante, siamo morti colpevoli. Si diceva che le anime morte bambine galleggino in questo limbo, e che non possano accedere al paradiso perché non avendo avuto il tempo e la possibilità di espiare i propri peccati nel proprio percorso di vita, sono rimasti macchiati per l’eternità. E tutto ciò ha dell’incredibile: come se venissi arrestato ancor prima di tentare una rapina. E magari solo perché avevo un passamontagna in auto. E se ti dico che in realtà faceva solo freddo?
Marco Visinoni, Apocalypse wow, Unibook.com
Apocalypse wow è un intreccio di nove storie unite dal filo conduttore della Fine. Fine non solo come morte, ma come ora decisiva per rialzarsi o crollare definitivamente. Mi piace scrivere di qualcuno che si trova alle prese con l’ultim’ora: in Apocalypse Wow c’è chi lotta per sopravvivere e c’è chi scivola nel baratro.
Introduce: Gualtiero Onìda

canone inverso – cagliari | h. 22.00
Bolero costretto
sono io a pensare, no; sono io a parlare, no; sono io a decidere, no. obbligati a seguire una direzione con gli occhi bassi sui passi. obbligati financo (d)a una direzione obliqua.

di e con Carlo Palizzi e Simone Rossi
musiche di: cugino lubitch (xilofono, clarinetto, chitarra, ukulele) e fabrizio chinaglia (contrabbasso)
illustrazioni live di Luca Congia

sabato 31 luglio 010
libreria mieleamaro – cagliari | h. 19.00
Gianni Tetti, I cani là fuori, Neo edizioni

È la fame di un’umanità che non riesce a far tacere la propria parte selvaggia, animale. Vite sospese in un mondo in cui gli uomini appaiono come lupi, come predatori e prede, come cacciatori e cacciati. Le voci dei personaggi sono latrati che si alzano dagli angoli intimi e nascosti di una città che non ha nome, in un’armonia che è insieme buia e accecante. I cani là fuori parla di tutto questo e dice che Gianni Tetti è un narratore puro, di quelli difficili da trovare.
introducono: giovanni curreli e fabrizio gabrielli

stentadì – quartucciu | h. 22.00
Proiezione del video Il bosco di Alessandro Sanna (regia di Damiano Agosti, musiche Elisha Gray) prodotto da Leopoldo Bloom

cena fredda: 10 euro a persona
cena fredda + libro (racconti di periferie o quaderno di opìfice): 15 euro
posti disponibili: 20
a seguire
Dal bosco alla periferia: racconti, illustrazioni, musiche
Acustiche letture sottovoce da Racconti di periferie (Casa Lettrice Malicuvata) a cura di Gruppo Opìfice

racconti di: marco visinoni, fabio medda, gianluca morozzi, gianni usai, gianfranco franchi, simone rossi
musiche di: cugino lubitch (xilofono, clarinetto, chitarra, ukulele) e fabrizio chinaglia (contrabbasso)
illustrazioni live di Luca Congia

domenica 1 agosto 010
stentadì – quartucciu | h. 18.00
Il mio dire. Dialogo sulla poesia a cura di Alberto Masala

costo laboratorio a persona: 10 euro
posti disponibili 12

stentadì – quartucciu | h. 21.00
cena fredda + reading: 10 euro
cena fredda + reading + libro (racconti di periferie o quaderno di opifice): 15 euro
posti disponibili: 20

stentadì – quartucciu | h. 22.00
reading di Alberto Masala da Alfabeto di strade (Maestrale)

Alfabeto di strade è uno scrigno di sorprese e un territorio di raffinatezze senza sussiego. Se dovessi pensare alle radici su cui si innerva questa raccolta direi: semplicità e sobrietà. Quelle qualità, cioè, che in scrittura significano affrontare il problema de visu. Viviamo in un paese che millanta di essere nutrito e corroborato dalla poesia e troppo spesso confonde la canzonetta col far versi. [Marcello Fois]
illustrazioni live di Luca Congia

*

Passaggi per il bosco010 | non volere è potere :: luoghi
canone inverso, via sant’alenixedda 111, galleria ormus – cagliari
libreria mieleamaro, via manno 88 – cagliari
stentadì, via antonio ballero 13 – quartucciu

Passaggi per il bosco010 | non volere è potere :: collaborazioni
malicuvata – bologna
dogon – review
stentadì – quartucciu
libreria mieleamaro – cagliari
canone inverso – cagliari
amici di viviana – cagliari

Passaggi per il bosco010 | non volere è potere  :: informazioni e prenotazioni
Giovanni Curreli
E-mail:giovannicurreli@yahoo.it
Telefono: 3400778698

Passaggi per il bosco010 | non volere è potere :: progetto grafico
Mattia Piano –  Eggs
E-mail: hypnos.design@gmail.com
Telefono: 349/0593698


Passaggi per il bosco010 | Epilogo in cortile dal 29 giugno al 1 luglio 2010

zammù – malicuvata – macondo – malazeni – cartura
presentano

Passaggi per il bosco010 | Epilogo in cortile dal 29 giugno al 1 luglio 2010
Cineteca Lumière | Via Azzo Gardino | Bologna

martedì 29 giugno :: Cortile Lumière, Bologna
ore 19 | aperitivo espresso a cura di zammù, malazeni e macondo
ore 20 | randagie proiezioni (video) a cura di Livio Marchese
ore 21 | prove pubbliche d’incontri (pubblici) Carlo Palizzi (voce) e Gaetano Santoro (sax) in Periferia del ritorno
ore 22
| U Focu Triu – folk Trio folk siculo-salentino che si ispira al repertorio di Rosa Balistreri, fondendo i canti d’amore non corrisposti alla pizzica del salento. Adriana Polo (voce + chitarra), Laura Francaviglia (chitarra + daf), Roberto Serenelli (fiati + bouzouki)
[Durante gli eventi, incursioni di cartapesta curate da Cartura e musicate da Gaetano Santoro (sax) e Fabrizio Chinaglia (contrabbasso)]

mercoledì 30 giugno :: Cortile Lumière, Bologna
ore 19 | aperitivo espresso a cura di zammù, malazeni e macondo ore 20 | randagie proiezioni (video) a cura di Livio Marchese
ore 21 | Gabriele Dadati, Il libro nero del mondo (Gaffi Editore) Introducono Marco Nardini e Marta Casarini
a seguire :: Finzioni [lettura da] Consideriamo i libri come oggetti culturali costantemente in relazione tra loro in un sistema interdefinito di libri e di discorsi attorno a essi, da cui acquistano valore e identità. Per questo vogliamo essere lettori, non scrittori. Crediamo che la lettura sia un atto creativo e, semplicemente, la trascriviamo. [finzionimagazine.it] introduce: Carlo Zuffa testi di: Jacopo Cirillo (dalla rubrica Iperbolosers)
letture di: Cugino Lubitch musiche di: Simone Rossi, Fabrizio Chinaglia
[Durante gli eventi, incursioni di cartapesta curate da Cartura e musicate da Simone Rossi (ukulele), Fabrizio Chinaglia (contrabbaso)]

 giovedì 1 luglio :: Cortile Lumière, Bologna
ore 19 | aperitivo espresso a cura di zammù, malazeni e macondo ore 19.30 | randagie proiezioni (video) a cura di Livio Marchese
ore 20.30 | iBerlino – ineditoDuo Fabio Pulcini (chitarra) e Kain Malcovich (voce e chitarra)
ore 22.00 | Dal bosco alla periferia: racconti, illustrazioni, musiche Letture pubbliche tratte da Racconti di periferie (Casa Lettrice Malicuvata) a cura di Gruppo Opìfice racconti di: Ettore Malacarne, Elena Marinelli, Luisanna Gerace, Dario Falconi, Ugo Coppari
Racconti di periferie e altri racconti (di periferie) è il progetto letterario collegato a Passaggi per il bosco09 – festival di lettere in musiche di periferia – svoltosi a Cagliari a cura del Gruppo Opìfice. Abbandono. Oblio. Deserto.
Tutto da farsi per poi ritornare: passare al bosco attraversando le strade della periferia. Abbandonate e desertiche.
[Durante gli eventi, incursioni di cartapesta curate da Cartura e musicate da Gaetano Santoro (sax), Simone Rossi (ukulele), Fabrizio Chinaglia (contrabbaso)]